Il Cloud cambia lo scenario delle professioni ICT

Il Cloud cambia lo scenario delle professioni ICT

A volte l’innovazione sembra un concetto astratto, ma basta fermarsi a pensare quanto cambia la vita delle persone per darle concretezza.

Pensiamo al Cloud: ha rivoluzionato le infrastrutture IT, creato nuovi business model, alleggerito le aziende rendendole più agili. Tutte questioni di un certo rilievo per chi ogni giorno si occupa di ICT, ma se c’è un modo davvero incontrovertibile per misurare la diffusione di un’innovazione in una società è proprio dare un’occhiata al mondo del lavoro.

Il Cloud senza ombra di dubbio è entrato in via definitiva nei titoli e nelle descrizioni delle posizioni aperte dalle aziende, piccole e grandi. L’ICT sembra avere sempre più bisogno di nuove figure professionali che di Cloud ne capiscano.

Digitando su Infojobs la parola chiave “Cloud” i risultati sono più di cento tra posizioni classiche e posizioni iper specializzate.

Su LinkedIn i risultati, solo in Italia, sono più di 600.

Nello specifico le figure per cui sono richieste conoscenze in ambito Cloud sono:

  • Cloud System Administrator
  • Cloud Architect
  • Cloud Developer
  • IoT Specialists

In particolare alle figure più tecniche è richiesta la conoscenza delle piattaforme di tutti i maggiori providers di servizi cloud: AWS, Microsoft e Google; conoscenze delle metodologie DevOps e di sviluppo in ambito As-a-Service, Cloud Adoption e competenze informatiche a tutto tondo.

Il quinto delle aziende europee che secondo lo studio Eurostat riportato dal Sole 24 Ore hanno scelto il Cloud sembra davvero essere più rilevante di quanto possa sembrare.

Vuoi lavorare con noi o vuoi saperne di più sui nostri servizi cloud?

Scrivici!






Ho letto e acconsento al trattamento dei dati personali