3 motivi per scegliere il Cloud

Visto il momento stortico in cui ci troviamo, considerare una migrazione in Cloud non è più una questione di “se” ma di “quando”. Come ha detto Werner Vogels (CTO, Amazon.com) al Summit AWS di Milano “It’s a matter of survival“. Una questione di sopravvivenza. Mai frase fù più vera, parliamo ormai di problemi di sopravvivenza in quello che è il fenomeno riconosciuto come la Digital Disruption

airbnb_disruption

Immagini ed infografiche ormai spopolano sul web mostrando i casi di maggior successo di questo fenomeno che porta Uber ai vertici delle aziende di noleggio con conducente senza possedere nemmeno un’auto.
Ma cosa accomuna queste realtà?
Cosa ha permesso a queste società di cavalcare l’onda del loro stesso successo senza uscirne sconfitti?
La risposta a questa domanda è immediata: l’Agilità!

Detta così sembra quasi banale, ma è tutt’altro che semplice da perseguire. Essere agili, poi, non significa esser destrutturati o essere piccoli, ci sono esempi quali Amazon o Google – colossi di fatto – che nonostante la loro grandezza sono capaci di dare risposte velocissime al mercato.

Cosa hanno in comune queste realtà?

Queste realtà sono accomunate da un perenne spirito di cambiamento, sfide che quotidianamente vengono affrontate affinché vi sia una continua innovazione e crescita dei propri prodotti o servizi. Sperimentare è quindi la chiave. Mettersi in discussione ci spinge a fare meglio.
Prima dell’avvento del Cloud la sperimentazione, in ambito informatico, significava fare grossi investimenti. Investimenti che una PMI non poteva affrontare con tranquillità e la cui rinunica significava non essere competitivi.

Perché quindi una PMI dovrebbe scegliere di adottare il Cloud ora?

1. Provo e riprovo, non mi costa nulla!

Essere liberi di sperimentare è sicuramente una componente importante, ma farlo senza la necessità di grossi investimenti iniziali lo rende alla portata di tutti.
Un aspetto di cui tener conto se si vuole lanciare sul mercato prodotti e servizi innovativi.
Perché quindi scegliere di rischiare di rallentare il proprio Business, quando si potrebbe dargli la possibilità di crescere?

2. Libero e felice…

Agilità e rapidità, due aspetti chiave per sopravvivere al giorno d’oggi. Un tempo si diceva “il pesce grande mangia il pesce piccolo“, ma nel mondo della sharing economy abbiamo sperimentato quanto ora il discorso si sia spostato sul tema della rapidità:  “il pesce veloce mangia il pesce lento“.
Tutto è ormai questione di velocità e agilità, in ogni aspetto: lancio di un nuovo servizio oppure nel processo decisionale.
Il Cloud può offrirti un maggiore insight sul tuo business con strumenti Analytics prima impensabili per una PMI oppure sperimentare senza spendere un enorme capitale che ti permetta di farlo con la dovuta rapidità!

3. Sbagliare è umano…

…ed è anche cosa buona e giusta.
Inutile ragionare su modelli idilliaci dove le sperimentazioni, i test o tutto il resto risulta sempre un successo. Sperimentare significa sbagliare. Sbagliare, significa apprendere, ma soprattutto imparare come non fare qualcosa. Edison, inventando la lampadina, disse infatti “Io non ho fallito duemila volte nel fare una lampadina; semplicemente ho trovato millenovecento-novantanove modi su come non va fatta una lampadina“, voi potrete dire lo stesso ma senza subirne gli effetti a lungo termine.
Infatti se è vero che la sperimentazione ridimensiona il proprio costo con il Cloud, è vero anche che gli effetti degli insuccessi si affievoliscono lasciando spazio alla mera necessità di sperimentare per creare un più profittevole Business basato sui paradigmi più attuali.

Metti alla prova il cloud!